Presepi e diorami

Vi raccontiamo una storia ….. la Vostra

La Storia di tutti noi, la storia del’uomo e di Dio, così come ci è stata raccontata e che magari non ricordiamo più, che a volte sembra dimenticata ma che invece è sempre lì, incancellabile, nel fondo dei nostri cuori.

Ecco che allora, nei nostri borghi incantati, abbiamo realizzato alcune delle scene più rappresentative che riproducono il dramma e la gloria di quelle vicende, rivelate in tutta la loro struggente umanità ed attualità.

E così, con il linguaggio dell’arte espressa in forma semplice e con metodologie diverse, ci siamo proposti di raggiungere un pubblico quanto più vasto, religioso o no, purchè avverta il bisogno o la nostalgia di qualcosa che penetri nel cuore e lo riscaldi.

Attraverso l’opera di artisti italiani e stranieri stiamo creando un inedito museo diffuso, che a regime sarà composto di tante tappe di riflessione, a volte anche scomode da raggiungere e fuori dai percorsi consueti, con porte d’accesso senza un preciso od apparente ordine logico o cronologico.

“A riveder le stelle” : così abbiamo chiamato questo museo diffuso di presepi e diorami che si compone, al momento, di 16 opere esposte nel centro storico e nelle frazioni.  Ogni opera è corredata da scheda tecnica e dal commento religioso scritto appositamente dalle Suore Clarisse del locale Monastero di Clausura. Di seguito alcuni esempi.

La Ricerca dell’Alloggio

Collocato nella Cantoria dell’Antico convento di San Girolamo, sede anche del Museo delle Arti Rurali, ideazione e realizzazione scenografica: Luciano e Marco Fantini. Realizzazione statue, costumi e meccanizzazioni: Teresa, Luciano e Marco Fantini.

Il Tormento di Giuseppe

In mostra nella Sala Superiore attigua alla Chiesa di San Francesco. Realizzazione del Maestro di scena Antonio Pigozzi da Gazzano con figure della bottega artigianale F.lli De Matteis da Lequile.

L’Annunciazione

In mostra nella Sala Superiore attigua alla Chiesa di San Francesco della Rosa. Realizzazione del Maestro presepista Antonio Pigozzi da Gazzano. Scultura della Madonna Giovinetta opera della bottega artigianale F.lli Castells di Barcellona.

La Messa di Mezzanotte

In mostra in località Badia Mont’Ercole. Realizzazione del Maestro di Scena Marco Fantini, Statue del maestro presepista Raffaele Morelli da Montefelcino, edifici ad opera di un gruppo di appassionati di Urbania coordinati da Fiorenzo Galeotti.

La Visitazione

In mostra nella Sala Superiore attigua alla Chiesa di San Francesco. Realizzazione del Maestro di scena Massimo Storti da Piadena, pecore provenienti dalla bottega artigianale Juan Mestres da Barcellona e statue di Maria ed Elisabeta eseguite dallo scultore Francesco Narraci da Conversano.

Padre Agostino predica a Roma

In mostra nella Sala Superiore attigua alla Chiesa di San Francesco. Realizzazione del Maestro di scena Massimo Storti da Piadena, pecore provenienti dalla bottega artigianale Juan Mestres da Barcellona e statue di Maria ed Elisabeta eseguite dallo scultore Francesco Narraci da Conversano.

Natività Lombarda

In mostra nell’antico Convento di San Girolamo, sede anche del Museo delle Arti Rurali. Realizzazione del Maestro di scena Marco Fantini con statue di fattura artigianale Lombarda del XVIII sec.

Natività Tirolese

In mostra nell’antico Convento di San Girolamo, sede anche del Museo delle Arti Rurali. Realizzazione del Maestro di scena Marco Fantini con statue di fattura artigianale Lombarda del XVIII sec.

Gallery

Dove
mangiare

Dove
dormire

Cosa
comprare

Sport e
natura